Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Home Bimbi del Meriggio Come è organizzato

Come è organizzato

 

L'organizzazione della vita del villaggio, così come quella di una famiglia molto numerosa o di una piccola cittadina, è complessa. Ognuno ha il suo compito, la sua area di intervento: tutti però sanno che al centro della loro azione e del loro impegno sta il benessere dei bambini.

Il gruppo di riferimento del progetto nel suo complesso opera da Roma: responsabile scientifico, consiglieri, gruppo responsabile della scuola, responsabile sanitario operano in stretto contatto con i responsabili locali dei vari settori.

Dei bambini si occupano le “house mothers”: sono quattro per la nursery e due per il dormitory. Come dice il loro nome, si occupano dei bambini come se fossero le loro mamme. Dormono nella casa con loro, ne condividono i pasti, le attività della giornata, le uscite, i momenti di svago come quelli dello studio. Sono loro, inoltre, che, osservando da vicino i bambini, ne possono monitorare la salute e sono loro che si occupano della somministrazione regolare delle terapie retrovirali.

Della formazione scolastica dei bambini più piccoli (nido) si occupano delle educatrici, mentre i più grandi frequentano la nostra scuola Paolo’s Academy. Inoltre, ai bambini viene offerto dalla diocesi di Meru il regolare insegnamento del catechismo e – per i più grandi – è da poco stato introdotto - grazie all'associazione Ripples International  e alla disponibilità di psicologi volontari dell’Università di Meru, la “ Kemu Methodist University”- un servizio di counselling psico-sociale mirato a renderli consapevoli della loro malattia e del come gestirla.

In cucina lavora una piccola squadra formata da due cuoche un cuoco e un’aiutante : preparano tutti i pasti dei bambini e del personale del villaggio (circa 150 persone a colazione, pranzo e cena, più le varie merende a metà mattina e metà pomeriggio per i bambini), fanno la spesa e si occupano di tenere in ordine la mensa e la cucina.

A completare questo quadro, ci sono poi i lavoratori della shamba (circa 8), gli addetti alle pulizie, i due guardiani (uno per il giorno ed uno per la notte), un falegname, un autista,  che abita fuori del villaggio e che è sempre a disposizione per portare i bambini in ospedale e i responsabili dei vari servizi in città o nel vicinato a svolgere i loro vari compiti.

 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 19 Marzo 2014 07:17)

 
Bomboniere
Dona Ora !

Cerca nel sito
Network

Potrete seguire Aina Onlus anche nei seguenti canali:

AINA Onlus

AINA-Onlus

AINAOnlus

Fundraising

Newsletter

Iscriviti per tenerti informato sulle nostre attività







Other language
Italian Afrikaans French German Hindi Portuguese Russian Spanish Turkish
Provenienza visitatori